Jyotish e Veda: una conoscenza spirituale antica

 

1. Shankaracharya 1

L’astrologia vedica o il jyotish è il più antico Sistema di astrologia, che ha origine dai Veda ossia le prime scritture sulla spiritualità e la filosofia.

Il sistema è molto antico e non possiamo risalire alle sue origini, poiché prima che fosse stato scritto, era tramandato oralmente all’interno della tradizione.

Si parla infatti di un tempo in cui brahmini eruditi erano abituati ad imparare a memoria migliaia di Shloka (versi) e trasmetterli oralmente ai loro studenti.

L’astrologia vedica o il jyotish fu scritto nell’antico sanscrito, che secondo molti linguisti potrebbe essere il più antico linguaggio del mondo.

Ciò che conosciamo al giorno d’oggi, sono testi che all’incirca hanno 3000-5000 anni.

Al contrario del moderno punto di vista, questa conoscenza non appartiene all’India, poiché era presente prima dell’India e faceva parte di una civiltà che seguiva il sanatana dharma (le leggi della verità).

La loro terra era chiamata Bharata (la terra della sacra madre).

Questa comprendeva l’intera “area contenuta tra il mare e i monti”, perciò non possiamo essere certi che si intendesse solo l’india moderna, o che invece si estendesse oltre l’Asia centrale, la Cina, la Russia centrale, su fino ad alcune parte dell’Europa e dell’Indonesia.

Culture differenti vivevano in quella terra, perciò il termine Hindu è solo una sua piccola parte.

Tali persone seguivano la conoscenza dei Veda e praticavano l’astrologia come un sistema completo che non solo riguardava le stelle, ma che trattava dell’uomo e delle sua relazione con l’universo.

Si dice che passarono questa conoscenza ai Caldei e agli astrologi greci, che erano soliti venire e studiare l’astrologia vedica nelle famiglie dei brahmini.

Al giorno d’oggi la situazione è cambiata molto e ci sono molti miscugli tra vecchio e nuovo.

Gli astrologi dell’India moderna, seguono astrologi vissuti nel medioevo che hanno infiltrato le loro concezioni personali all’interno del jyotish tradizionale creando ciò che viene definito il sistema moderno.

La maggior parte della conoscenza è andata perduta per secoli.

È stata preservata solo in alcuni angoli dell’India, dove la conoscenza veniva tramandata segretamente da Guru a Sisya (da maestro a studente).

Sembra che all’epoca evitino di scrivere libri, avendo ben chiaro in mente i prerequisiti che uno studente dovrebbe avere per poter essere in grado di studiare questa conoscenza.

Da B.V. Raman nello scorso secolo, siamo testimoni di questa fase in cui molte persone cercano di ristabilire l’antica gloria dell’astrologia vedica, tornando sulle antiche scritture dei saggi come Parashara e Jaimini.

L’astrologia vedica non è solo l’astrologia.

È il vedanga jyotisha, o la conoscenza completa in grado di far conoscere i Veda, Dio, questo universo e il nostro posto in esso.

Il Jyotish racconta dell’essere umano, dell’anima, della mente e del corpo.

L’astrologai vedica poggia sulle leggi del karma, che sono essenziali da conoscere per poter comprendere i principi dell’intero sistema.

Esistono poi i rimedi, per prevenire o evitare le influenze negative che ci giungono sia dal nostro destino, sia dai nostri atti compiuti in questa vita.

In generale possiamo dividere l’astrologia vedica in tre sezioni:

  1. Ganhita: che copre l’astronomia, e i calcoli astronomici
  2. Samhita: che riguarda il piano più terreno, come i cambiamenti climatici, i terremoti, e gli oroscopi delle nazioni.
  3. Hora: che riguarda la dualità di questo mondo, nella forma dei vari oroscopi.

Hora può essere divisa ulteriorimente in:

  1. Jataka: la vita individuale e l’oroscopo
  2. Prashna: astrologia delle predizioni, che ricopre nimita (presagi) e altri metodi per sbirciare nel futuro.
  3. Muhurta: scegliere il momento migliore per iniziare un’attività
  4. Anga laksana: conoscenza del significato dei segni nel corpo umano, come i palmi delle mani, i piedi e la fronte etc.

Chi voglia studiare il jyotish deve inoltre imparare: i rimedi, il sanscrito vedico, il mantra shastra e altre tecniche spirituali.

Al giorno d’oggi, il jyotish non è mantenuto al suo livello più alto e puro.

Molti astrologi praticano qualcosa di confuso. Ciò che chiamo “una moderna versione dell’astrologia vedica e indiana, e un miscuglio tra l’astrologia occidentale e quella orientale”.

Molti strumenti tradizionali sono andati perduti e alcuni pandt eruditi fanno del loro meglio per rivelare gli insegnamenti nascosti e riportare il sistema alla vecchia gloria.

Siamo testimoni di questo processo, che chiamo “separare il burro dal latte”, dove gli astrologi tradizionali, cercano di mostrare e insegnare la conoscenza vedica e dimostrare che il sistema antico, se conosciuto nella sua interezza, offre una completa conoscenza come la migliore guida all’essere umano.

I miei scritti, i miei insegnamenti e gli altri servizi che offro, fanno parte di questo ambizioso progetto.

Se vuoi approfondire questo argomento, ascolta l’audio “Karma nell’astrologia vedica“. Una conferenza tradotta in Italiano dove spiego l’origine del Jyotish e il nostro posto nel mondo.

Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fiels are marked *